AGIRE adotta a distanza un insegnante della periferia Sud di Lima Perù

AGIRE si impegna a sostenere a distanza un insegnante della periferia Sud di Lima, Perù, per l’anno accademico 2013/2014. L’iniziativa è promossa dall’Associazione della Pace di Padova e inserita in un progetto di solidarietà internazionale.

 

Il contesto

Il Perù, dopo gli anni di guerra civile, sta attraversando un periodo di transizione e di liberalizzazione del mercato, caratterizzato dall’attuazione di una politica di privatizzazione delle imprese pubbliche e da tagli sulla spesa pubblica a carico di settori di base come la sanità e l’istruzione. Questo fatto ha determinato un incremento dei costi per l’accesso ai servizi primari e un divario sempre più marcato fra le classi sociali. Nel 2006 quasi la metà della popolazione risultava essere al di sotto della soglia di povertà (44,5%). Le zone più interessate sono quelle della zona andina, in termini percentuali, e Lima, in termini assoluti, i cui 29.907.003 abitanti (CIA 2010) si concentrano per un terzo nella capitale. Ciò determina esclusione ed emarginazione, alimentate peraltro da un processo di discriminazione etnica e culturale delle comunità indigene, già vittime di una vera e propria ideologia di genocidio razzista negli anni di Sendero Luminoso. La povertà coincide oggi con la marginalizzazione di intere etnie. Le popolazioni delle campagne rurali si riversano oggi nelle periferie urbane , i pueblos jonvenes, con la conseguente esclusione da ogni rappresentanza sociale e politica.

 

Obiettivi generali

L’obiettivo generale dell’iniziativa promossa dall’Associazione della Pace di Padova, e sviluppata nell’ambito dell’agenda nazionale di lotta contro la povertà, consiste nel rafforzare il programma alternativo per i bambini e gli adolescenti delle baraccopoli di Lima (“Corona de Santa Rosa”, “Praderas del Sur”,“9 de Julio”) in modo da consentire loro di ricevere un’educazione integrale fondata sui diritti umani e tale da accompagnarli nella crescita e renderli protagonisti attivi dello sviluppo personale, comunitario e nazionale.

 

Obiettivi specifici

Nello specifico l’Associazione della Pace di Padova si adopera per raccogliere contributi che possano poi essere inviati agli insegnanti come ricompensa affinché possano raggiungere l’obiettivo di sviluppare nei soggetti degli insediamenti coinvolti capacità di promozione, diffusione, difesa ed esercizio dei diritti umani a livello personale e comunale identificati a partire dalle necessità della scuola. Le maestre della scuola materna e del doposcuola appartengono agli stessi insediamenti umani, in questo modo è possibile garantire la continuità del progetto e dare possibilità di formazione/lavoro agli stessi abitanti della zona.